Wiki

Clone wiki

facile / novita

Novità

Tutte le modifiche importanti apportate al programma sono descritte in questo documento. Il formato è quello specificato in Keep a Changelog (Facile adotta il Semantic Versioning)


In sviluppo

200.0.0 - 2021-11-04

Aggiunto

  • Possibilità di specificare, all'atto di emissione di una fattura di vendita/nota di credito, eventuali fatture collegate. Il caso tipico è quello delle note di credito o delle fatture di conguaglio a fronte di precedenti fatture di acconto.
  • Possibilità di allegare automaticamente il file XML utilizzato per generare un documento di acquisto. In questo modo si attua una forma di conservazione sostitutiva di base.
  • Possibilità di cancellare automaticamente il file XML utilizzato per generare un documento di acquisto (dopo l'effettiva importazione).
  • Possibilità di inserire automaticamente nell'anagrafica delle aziende un nominativo acquisito durante la registrazione di un contatto/ticket.
  • L'acquisizione automatica di nuovi fornitori, a seguito dell'importazione di una fattura elettronica, prevede ora la registrazione della sede legale del fornitore.

Cambiato

  • Migliorata identificazione di voci utilizzate come note nei preventivi.

Corretto

  • La dimensione della riga di inserimento delle voci in preventivo viene correttamente visualizzata anche su monitor con a DPI elevati.

199.0.0 - 2021-10-07

QUESTA RELEASE RICHIEDE UNA NUOVA VERSIONE DEL SOFTWARE DI TELEAGGIORNAMENTO da installare manualmente.

Aggiunto

  • Possibilità di arrotondare il totale fattura. L'arrotondamento avviene inserendo un movimento fuori campo iva nel dettaglio della fattura.
  • L'applicazione per il teleaggiornamente è molto più flessibile e supporta tutte le possibili modalità di installazione del programma. Sono state aggiunte anche varie informazioni diagnostiche per semplificare la correzione di eventuali problemi.

Cambiato

  • Il programma non necessita più della libreria esterna EasyUDF.dll a supporto del database è stata inoltre aggiornata la libreria Dbxpress (dbexpida41.dll). Questi cambiamenti sono propedeutici all'aggiornamento del DBMS Firebird (versione 4.x).
  • Lo splash screen visualizzato all'avvio di Facile ora mostra il modulo in fase di caricamento. In questo modo risulta più semplice individuare eventuali problemi all'avvio e fornire supporto ai clienti.

Corretto

  • Impossibile inserire fatture proforma prive di sezionale.

198.1.0 - 2021-09-06

Aggiunto

  • Nella reportistica di cantiere viene visualizzato anche in nome del cliente.

Cambiato

  • La visualizzazione dei suggerimenti/errori è stata riscritta per evitare che si verifichino sporadici problemi di visualizzazione.

Corretto

  • La fattura elettronica supporta, per le descrizioni, solo i caratteri definiti nell'insieme denominato Latin1 (quindi, per esempio, non sono ammessi € o vari accenti/apostrofi speciali). Questa situazione genera spesso problemi quando si effettua un copia-incolla di un testo proveniente da un word processor. Facile ora converte (dove possibile) o filtra (quando inevitabile) i caratteri non ammessi.

198.0.0 - 2021-08-13

Aggiunto

  • Gestione dei pagamenti con scadenze ad hoc. Per tempistiche di pagamento non standard non è comodo dover codificare una modalità di pagamento (che non verrà più utilizzata e complicherà l'individuazione di quelle abituali).

    La nuova modalità ADHOC (preinserita nell'archivio delle modalità di pagamento) permette di gestire semplicemente queste situazioni consentendo l'inserimento manuale delle scadenze di un documento (doppio click o tasto F5 nel campo di inserimento dati in cui si specifica la modalità di pagamento).

    L'utente può inserire nuove modalità di pagamento ad hoc purché inizino con la stringa "ADHOC". Per esempio ADHOC_BB potrebbe esser utilizzata per inserire bonifici bancari con scadenze di volta in volta specificate nel documento di vendita.

197.2.1 - 2021-08-01

Aggiunto

  • Assegnazione/correzione rapida del codice di un flusso. Questa funzionalità è utile principalmente in due circostanze:

    • dopo aver inserito tutti i dettagli di un flusso (acquisto/vendita) ci si accorge di aver sbagliato la codifica. Al posto di inserire nuovamente descrizione, prezzo, unità di misura... semplicemente si corregge il codice;
    • abbiamo importato un documento di acquisto e vogliamo utilizzare i nostri codici per tutte/alcune voci del documento.

    L'accesso alla modalità di modifica avviene tramite dobbio click sul campo di inserimento dati o mediante il tasto F5.

  • Per visualizzare le scadenze basta un doppio click od il tasto F5 nello spazio di visualizzazione della modalità di pagamento di un documento.

197.1.0 - 2021-07-21

Aggiunto

  • Importazione fatture elettroniche dei fornitori. L'affidabilità va considerata a livello di beta release: alcune situazioni atipiche possono ancora generare errori di importazione. In generale la funzionalità è comunque fruibile e costituisce un'importante aggiunta.

196.0.0 - 2021-04-12

Aggiunto

  • Visualizzazione rapida di fatture elettroniche. Trascinando il file xml sulla finestra di Facile (od utilizzando l'apposito pulsante) si può visualizzare semplicemente, in un formato di immediata comprensione, il contenuto di una fattura elettronica.
  • Supporto per fatture proforma.

    La fattura pro-forma è un documento assimilabile alla fattura ma sprovvisto di valore fiscale. Viene emessa per richiedere il pagamento al cliente prima dell'emissione della fattura fiscale effettiva.

    I vantaggi sono:

    • il fornitore evita, in caso di errori, di dover emettere note di credito per stornare la fattura errata. La fattura pro-forma infatti è un documento modificabile in qualsiasi momento, senza necessità di dover modificare documenti fiscali già emessi;
    • il cliente che la riceve ha un documento su cui verificare prezzi, tipologia di merce venduta o di servizi prestati, correttezza dei dati indicati prima del ricevimento della fattura vera e propria;
    • c'è la possibilità di erogare la fattura definitiva solo quando il cliente procede davvero con il pagamento;
    • nell'ambito degli scambi internazionali con soggetti extra-UE la fattura proforma è un documento particolarmente utilizzato nel caso di invio di beni in omaggio (non oggetto dell'attività d'impresa), campione o riparazione. In tali casi infatti non essendoci una fattura di vendita, i beni vanno accompagnati o da una fattura pro forma o da una lista valorizzata, che fungono da documento di esportazione da presentare in dogana.

    Da ricordare che, una volta ricevuto il pagamento per una fattura proforma, si dovrà subito provvedere all'emissione della fattura fiscale.

Corretto

  • Errore nella modifica del codice SWIFT di una banca.
  • Memorizzazione parziale della descrizione di uno stoccaggio.

195.0.0 - 2021-03-27

Aggiunto

  • Supporto per sconti ex art. 121 DL 34/2020 in fattura elettronica. Lo sconto da applicare è uno sconto generale in fattura, con salvezza dell'imponibile e dell'importo dell'IVA, che non devono essere ridotti.

    Poiché inoltre questa tipologia di sconto ha natura straordinaria, prevista solo per determinati interventi (quelli indicati al comma 2 del menzionato art. 121), è raccomandabile descrivere minuziosamente nella fattura i detti interventi, sia nella causale, sia nella descrizione delle singole prestazioni/prodotto.


    All'interno di facile bisogna compilare:

    • il campo Descrizione fattura (utilizzato per compilare la sezione <Causale> della fattura elettronica) dovrà essere indicata la descrizione generale dell'intervento (ad esempio indicando che si tratta di un "intervento di efficienza energetica di cui all'art.14, DL 63/2013 e di cui ai commi 1 e 2 dell'art.119 DL 34/2020");
    • le voci Ammontare bonus e Descrizione bonus utilizzate, rispettivamente, per compilare le sezioni <ScontoMaggiorazione> (dei <DatiGeneraliDocumento>) e <AltriDatiGestionali> (nello specifico le voci <TipoDato> e <RiferimentoTesto>).

    Nella descrizione di ognuna delle prestazioni/prodotto caricate dovrà essere descritto compiutamente l'intervento realizzato, con le diciture di cui alle definizioni degli artt. 19 e 21 del DL 34/2020.


    La procedura supporta anche il Bonus vacanze ed il Bonus mobilità.

  • Supporto per modalità pagamento PagoPA.

  • Cancellazione automatica vecchi file XML. Per gli utenti che preferiscono generare e trasmettere una fattura elettronica alla volta, risulta comodo eliminare il file XML relativo alla precedente trasmissione prima di procedere con la nuova. In questo modo non possono generarsi problemi di identificazione scorretta / tentate trasmissioni multiple dello stesso documento.

Cambiato

  • Lo sconto totale in fattura viene supportato mediante applicazione automatica di uno sconto ad ogni voce di dettaglio.

Corretto

  • Erronea visualizzazione della griglia contenente i valori riassuntivi nella stampa del modulo fisso.

194.2.0 - 2021-03-16

Aggiunto

  • Supporto per formati multipli di Fattura. Al momento sono previsti i formati:

    • standard, corrisponde sostanzialmente a quello preesistente;
    • elenco, presenta gli estremi generali del documento nella prima pagina con i dettagli a seguire;
    • mediazioni, ottimizzato per gli agenti/procacciatori di affari/intermediari;
    • modulo fisso, permette la stampa su appositi moduli prestampati.
  • Supporto per formati multipli di DDT. Al momento sono previsti i formati:

    • standard che corrisponde sostanzialmente a quello preesistente;
    • modulo fisso che permette la stampa su appositi moduli prestampati.
  • Possibilità di selezionare il formato del numero identificativo di DDT/Fatture. Sono supportate tutte le combinazioni di anno, serie, numero con eventuali caratteri di separazione.

Corretto

  • Sporadico problema di visualizzazione della voce Trasporto a mezzo nella scheda DDT.

Deprecato

  • L'opzione per esportare note di credito con valori negativi era stata introdotta nella fase iniziale di adozione della fattura elettronica. La prassi ha stabilito che l'approccio più corretto è utilizzare sempre valori totali positivi per le note di credito.

Rimosso

  • L'opzione per evitare di stampare la serie di numerazione di fatture/DDT generava problemi per quanto riguarda l'individuazione univoca dei documenti. Il problema si era ulteriormente aggravato con la trasmissione elettronica delle fatture.
  • La possibilità di individuare una quota del totale fattura come non imponibile non aveva un corrispettivo diretto nel tracciato della fattura elettronica ed è stata rimossa. L'approccio corretto consiste nello scomporre le voci in fattura in una quota imponibile ed una non imponibile (con relativa descrizione).

194.1.1 - 2021-01-21

Corretto

  • Nell'emissione di documenti di tipo TD18 si utilizza, per il cessionario/committente, il regime fiscale RF18. Per lo stesso documento sono stati corretti alcuni aspetti relativi al CAP / indirizzo del prestatore.

194.1.0 - 2021-01-20

Aggiunto

  • Confronto rapido del fatturato dell'anno corrente con quello dell'anno precedente.
  • Supporto preliminare per documenti di tipo TD18 (integrazione per acquisto di beni intracomunitari).

    Descrizione dell'operazione: il C/P residente in altro paese UE emette una fattura per la vendita di beni al C/C residente o stabilito nel territorio nazionale indicando l'imponibile ma non la relativa imposta in quanto l'operazione, vista dal lato dell'emittente, è non imponibile nel Paese di residenza del cedente, mentre è imponibile in Italia e l'imposta è assolta dal cessionario.

    Il C/C, ai sensi dell'articolo 46 del d.l. n. 331 del 1993, deve integrare il documento ricevuto per indicare l'imposta dovuta che dovrà poi confluire nella propria liquidazione. Può, a tal fine, predisporre un altro documento, ad integrazione della fattura ricevuta dal soggetto passivo comunitario, ed inviarlo tramite SDI con tipo documento TD18 che verrà recapitato solo al soggetto emittente (dato che è quest'ultimo ad essere tenuto ad integrare l'Iva in fattura).

    Il codice TD18 deve essere utilizzato anche per gli acquisti intracomunitari con introduzione dei beni in un deposito IVA.

    Per la registrazione viene utilizzato il modulo per i documenti di acquisto con l'aggiunta del tasto per l'emissione di fatture elettroniche.

    È opportuno:

    • utilizzare per la data quella di ricezione o comunque una data ricadente nel mese di ricezione della fattura emessa dal fornitore estero;
    • adoperare una numerazione progressiva ad hoc.

Cambiato

  • Il codice NaturaIva per le esenzioni viene riportato anche nelle stampe per semplificare i controlli incrociati.

Corretto

  • Attribuzione movimenti di materiale da cantiere a magazzino.

194.0.0 - 2021-01-09

Aggiunto

  • Supporto per il nuovo tracciato XML (v1.6.2) delle fatture elettroniche. Fra le tante novità, quelle di interesse generale riguardano:

    • nuovi codici per valorizzare la voce TipoDocumento. Il programma utilizza automaticamente il codice TD01 / TD04 / TD24 a seconda del contenuto della fattura (è comunque possibile forzare un codice diverso da quello proposto per gestire situazioni particolari).

      Il codice TD24 viene utilizzato per fatture differite emesse a seguito di cessioni documentate da DDT e per prestazioni di servizi documentate con documenti assimilabili al DDT (tali fatture potrebbero essere datate in un mese, ma dover confluire nella liquidazione del mese precedente, cioè quello di consegna o spedizione della merce);

    • nuovi codici per la voce NaturaOperazione. È opportuno verificare i codici NaturaOperazione associati ad un cliente (nella scheda anagrafica) ed aggiornarli manualmente (purtroppo non è possibile automatizzare l'operazione). Tutte le altre variazioni vengono gestite autonomamente da Facile.

      • Il codice N2 (non soggette) è stato dettagliato introducendo due nuove tipologie di non assoggettabilità:

        • N2.1 Operazioni non soggette ad IVA ai sensi degli artt. da 7 a 7-septies.
        • N2.2 Operazioni non soggette - altri casi.
      • Il codice N3 (non imponibili) è stato dettagliato introducendo sei nuove tipologie di non imponibilità:

        • N3.1 Operazioni non imponibili - esportazioni.
        • N3.2 Operazioni non imponibili - cessioni intracomunitarie.
        • N3.3 Operazioni non imponibili - cessioni verso San Marino.
        • N3.4 Operazioni non imponibili - operazioni assimilate alle cessioni all'esportazione.
        • N3.5 Operazioni non imponibili - a seguito di dichiarazioni di intento.
        • N3.6 Operazioni non imponibili - altre operazioni che non concorrono alla formazione del plafond.
      • Il codice N6 (inversione contabile) è stato dettagliato introducendo nove nuove tipologie di inversione (N6.1 - N6.9).

  • Aggiornati i CAP e le località in base alle nuove tabelle di Poste Italiane.

  • Possibilità di forzare la tipologia di documento.

193.2.3 - 2020-11-23

Cambiato

  • Valuta di default per listino prezzi impostata su Euro.

Corretto

  • Impossibile effettuare ripristino istantaneo di un prezzo dopo averlo modificato nel listino.
  • Sporadico problema di eliminazione voce da listino prezzi.

193.2.0 - 2020-09-11

Aggiunto

  • È possibile attivare una gestione completa delle descrizioni dei pagamenti nello scadenzario. Si riesce così a tener traccia della modalità con cui viene saldata una scadenza.
  • Le icone del menù principale possono essere personalizzate a proprio piacimento. Dalla finestra delle impostazioni, sottosezione Aspetto → Schermata Principale, cliccando col tasto destro del mouse su un'icona si può specificare un'immagine, in formato png, alternativa. La personalizzazione riguarda il singolo terminale.

193.1.1 - 2020-07-16

Cambiato

  • Migliorato il supporto delle note nel dettaglio di una fattura. Il miglioramento riguarda sia l'aspetto grafico (stampa di cortesia della fattura) sia l'esportazione in formato elettronico.

    La modifica è stata apportata per supportare una pratica diffusa e consolidata, tuttavia sconsigliamo l'uso di note nel corpo della fattura ritenendo preferibile inserirle nell'apposito spazio per descrizioni aggiuntive.

Corretto

  • Problema di movimentazione di materiali residui da cantiere a magazzini in modulo cantieri.
  • Intervallo di date predefinito all'apertura della finestra dei pagamenti fattura.

193.1.0 - 2020-06-1

Aggiunto

  • Supporto multi-azienda su stesso server. È ora possibile installare, sullo stesso elaboratore, istanze multiple di Facile agganciate a diversi database ospitati sullo stesso server.

Corretto

  • Problema di visualizzazione della schermata principale.

193.0.0 - 2020-05-24

Aggiunto

  • Adozione gruppi Incoterms 2020. L'importanza del commercio con l'estero va sempre più aumentando e con essa l'esigenza di adottare standard internazionali ogni qual volta sia possibile.

    Nello specifico lo standard Icoterms definisce in maniera univoca e senza possibilità di errore ogni diritto e dovere competente ai vari soggetti giuridici coinvolti in un'operazione di trasferimento di beni da una nazione ad un'altra.

    Vedere l'apposita pagina del manuale per altri dettagli.

Corretto

  • Dimensionamento intestazione campi nelle fatture accompagnatorie / documenti di trasporto con template inglese.
  • Spostamento main window su monitor secondario.
  • Problema selezione indirizzo in fattura accompagnatoria.

192.4.0 - 2020-02-24

Aggiunto

  • Possibilità di visualizzare il formato del prodotto nella scheda listino. Alcuni prodotti risultano simili per descrizione e codice, il formato ne permette una più semplice identificazione.

Cambiato

  • Nel caso si attivi il flag IVA speciale, nella scheda anagrafica di un'azienda:
    • è ora obbligatorio specificare l'IVA da applicare al cliente;
    • la descrizione della motivazione di esenzione/non applicabilità non può più esser liberamente inserita ma va scelta nella lista di quelle predefinite.

Corretto

  • Problema di inserimento movimenti con IVA speciale utilizzanda il drag&drop (finestra DDT).

192.3.0 - 2020-02-10

Aggiunto

  • Individuazione dei clienti associati ad un determinato listino.

    Questa possibilità può essere sfruttata dalla finestra dei listini e da quella di ricerca avanzata dei soggetti (mediante la nuova scheda Business).

    Nota a margine: i nominativi associati ad un listino vengono ora (più correttamente) conteggiati considerando le sole aziende attive.

  • Visualizzazione dell'elenco clienti che acquistano regolarmente un determinato prodotto/servizio.

    Si accede alla lista dall'anagrafica dei prodotti/servizi nella scheda Statistiche.

    Dalla lista si possono rapidamente richiamare l'anagrafica del cliente ed il dettaglio del flusso di vendita.

Corretto

  • Problema di visualizzazione dei clienti associati ad un agente.

192.2.2 - 2020-02-08

Corretto

  • Problema di visualizzazione dei clienti di un agente in caso di provvigione non settata / impostata a zero. Eventuali situazioni critiche vengono ora evidenziate.
  • Spese di incasso/trasporto non contribuiscono più al calcolo delle spettanze maturate da un agente.

192.2.1 - 2020-02-07

Corretto

  • Problema nel settaggio del collegamento fra cliente e banca.
  • Problema di apertura della scheda di gestione agenti.

192.2.0 - 2020-02-03

Aggiunto

  • Gestione agenti. Per ogni cliente è possibile specificare un agente di riferimento con la relativa provvigione sulle vendite. Un nuovo modulo permette il calcolo delle spettanze degli agenti per un dato periodo, la stampa del dettaglio maturato, l'analisi dell'andamento (il maturato viene calcolato sul fatturato, NON sull'incassato).

192.1.0 - 2020-01-17

Cambiato

  • Per i documenti di trasporto bisogna specificare esplicitamente l'indirizzo di destinazione nel caso di indirizzi multipli associati al cliente. In precedenza veniva inserita automaticamente la sede legale dell'azienda. Il nuovo approccio minimizza la possibilità di errore.

  • La finestre di zoom risultano molto più veloci: non vengono più caricate tutte le voci di una tabella ma solo una piccola porzione.

    Le ricerche avvengono, comunque, nell'intera tabella ed un apposito pulsante permette di visualizzare l'archivio completo.

    Fra le impostazioni (Impostazioni → Principale) è ora disponibile una voce (Voci in lista) per specificare il numero di voci da caricare.

192.0.0 - 2019-11-05

Aggiunto

  • Nuovo report per l'analisi del fatturato. Con l'occasione è stato riorganizzato anche il report per l'analisi dei preventivi e delle commissioni.
  • Spazio di ricerca per il FORMATO di un Prodotto/Servizio. Il formato può risultare comodo per distinguere prodotti simili.
  • Verifica utilizzo indirizzo @pec.fatturapa.it per la PEC. L'indirizzo è riservato e serve per l'inoltro di fatture elettroniche all'AdE. Nessun cliente/fornitore può avere una PEC di questo tipo.
  • Visualizzazione elenco completo indirizzi in anagrafica utente e nella finestra di scelta destinazione (DDT / fatture accompagnatorie).

    La lista completa permette una rapida identificazione dell'indirizzo di interesse. Col doppio-click su una riga è possibile tornare alla modalità di visualizzazione classica.

Cambiato

  • La gestione, nei DDT e nelle fatture accompagnatorie, degli indirizzi diversi dalla sede legale è stata notevolmente migliorata. La procedura di scelta è semplice e l'indirizzo selezionato risulta immediatamente visibile.
  • Quando viene richiesta la cancellazione completa di un documento di vendita (vale a dire del documento stesso e di tutti i flussi in esso elencati) alcuni flussi vengono comunque esclusi dalla cancellazione:

    • nel caso di una fattura vengono cancellati solo i movimenti che non compaiono in un DDT;
    • nel caso di un DDT solo i movimenti non fatturati;
    • nel caso di fatture accompagnatorie, scontrini fiscali e ricevute fiscali vengono cancellati tutti i movimenti.

    Questo nuovo modo di procedere risulta assai più sicuro e rispondente alle aspettative dell'utente.

  • È stata eliminata la possibilità di modificare la ragione sociale per un documento di vendita (DDT/fattura) registrato.

    Ovviamente è possibile modificare la ragione sociale mentre si sta lavorando su un nuovo documento.

    L'esperienza d'uso ha suggerito che è meglio cancellare il documento errato e rigenerarlo: si evitano così tante situazioni strane.

Corretto

  • Vari problemi nell'inserimento e modifica delle specifiche di un prodotto/servizio

191.2.1 - 2019-09-27

Aggiunto

  • Supporto per specifiche di tipo valuta. In particolare per i prodotti che hanno solo questo genere di specifica (tipicamente il costo di produzione dei componenti) viene visualizza anche la somma dei valori parziali.

Cambiato

  • La gestione delle specifiche di un prodotto / servizio è più semplice e diretta. L'interfaccia è stata alleggerita ed le voci sono più facilmente leggibili.
  • Nella scheda inserimento prezzi di un prodotto/servizio è ora possibile omettere il listino prezzi e verrà automaticamente utilizzato quello predefinito (per le vendite).

191.0.0 - 2019-09-19

Aggiunto

  • Possibilità di effettuare ricerche all'interno del campo note dell'anagrafica aziendale. Le note sono, ora, anche stampabili.
  • Aggiornati / aggiunti numerosi CAP.
  • Controllo di consistenza per informazioni ausiliarie (CIG / CUP / contratto / convenzione...) in caso di fatturazione di DDT multipli.

Cambiato

  • Nessuna richiesta di inserimento del codice destinatario per aziende che non rientrano nel gruppo dei clienti: solo per i clienti risulta un dato importante.
  • Tutti i comuni della provincia di Bolzano sono stati rivisti e corretti per supportare la doppia denominazione (in italiano ed in tedesco).

Corretto

  • Impossibilità (in specifiche circostanze) di modificare l'anagrafica di prodotti movimentato tramite DDT.
  • Errore (non bloccante) all'apertura di un documento di vendita partendo dalla scheda dei pagamenti (e premendo l'apposito tasto).
  • Sporadica emissione di nota di credito (TD04) anziché fattura (TD01) per documenti aventi importo totale nullo. Si tratta più che altro di avere un comportamento consistente che non sorprenda l'utente. Da un punto di vista pratico la tipologia di documento, in questa circostanza, non fa alcuna differenza.

190.0.0 - 2019-07-13

Aggiunto

  • Nell'anagrafica riepilogativa delle macchine (zoom), le macchine dismesse vengono mostrate con uno sfondo diverso (grigio) ruspetto a quelle attive (per una più semplice individuazione).
  • Nell'anagrafica riepilogativa delle aziende (zoom), le aziende storicizzate vengono mostrate con uno sfondo diverso (grigio) ruspetto a quelle attive (per una più semplice individuazione).
  • Aggiornati / aggiunti numerosi CAP.
  • Barra di stato nella finestra principale del programma per visualizzare la versione del programma, la licenza d'uso e, soprattutto, l'operatore attivo.
  • Verifica appartenenza al dominio .it per tutti gli indirizzi PEC (azienda@pec.com NON può essere un indirizzo PEC).
  • La scheda anagrafica delle macchine/impianti si è arricchita delle voci Data Costruzione, Marca, Modello, Matricola.

    I nuovi campi possono essere utilizzati in fase di ricerca.

Cambiato

  • Per aziende storicizzate non vengono più emessi avvertimenti in caso di compilazione parziale dell'anagrafica (per esempio dati per la fatturazione elettronica mancanti).

189.1.0 - 2019-07-09

Corretto

  • Segnalazioni spurie di indirizzi scorretti.
  • Segnalazioni spurie di presenza note in anagrafica aziende.
  • Mancata visualizzazione su mappa di indirizzi privi di coordinate LAT/LON.

189.0.0 - 2019-07-08

Aggiunto

  • Stampa personalizzata etichette per pacchi.

    Si possono selezionare il formato dell'etichetta (default A6), dimensione e font del testo, logo.

    Le stampe si effettuano dalla finestra dei DDT e da quella delle fatture.

  • Nuova provincia di Fermo (aggiornati tutti i CAP della provincia).

    Con l'occasione sono stati aggiornati i CAP di varie altre province ed aggiunta una nazione mancante (Montenegro).

  • Nell'anagrafica clienti/fornitori, nel caso siano presenti note, la relativa scheda viene evidenziata con uno sfondo blu.

Cambiato

  • In fase di inserimento di una nuova azienda, viene immediatamente verificato se la ragione sociale digitata è simile a quella di un'azienda già presente (come già avveniva per p.iva e c/f).
  • Semplificazione dell'inserimento indirizzi per le aziende estere .

    Il formato degli indirizzi varia notevolmente da una nazione all'altra e non è possibile supportarli tutti. Per questa ragione, nel caso di aziende estere, viene ora presentato uno schema su due righe (Indirizzo 1 / Indirizzo 2) compilabili dall'utente in base alla prassi della specifica nazione.

  • Migliorata la visualizzazione delle incongruenze CAP / Comune / Provincia nella scheda anagrafica di aziende / banche.

    Fra le altre cose, il programma visualizza un simbolo di avvertimento (⚠️) in corrispondenza di combinazioni ritenute non valide (l'utente può comunque forzare l'inserimento).

Corretto

  • Venivano erroneamente proposti i valori di ABI/CAB dell'ultima banca inserita in caso di inserimenti consecutivi nell'anagrafica delle banche (con possibilità di errore).

188.0.0 - 2019-06-27

Aggiunto

  • Memorizzazione agenti/mediatori.

    Per ora è possibile associare ad ogni cliente un agente ed una provvigione/percentuale. Le prossime versioni di Facile permetteranno di calcolare le spettanze periodiche ed avere una reportistica.

    Gli agenti vanno inseriti come fornitori (sono, di fatto, fornitori di servizi) ed eventualmente inseriti in un gruppo ad hoc (non è obbligatorio).

Cambiato

  • Gestione delle liste di indirizzi migliorata.

    La nuova gestione risulta più semplice ed intuitiva: la griglia degli indirizzi mostra, inizialmente, un solo indirizzo vuoto; un tasto (+) permette di aggiungere rapidamente nuovi indirizzi. In fase di emissione di DDT/fatture accompagnatorie la griglia degli indirizzi è accessibile in sola lettura.

  • Visualizzazione destinazione merce in DDT/fattura accompagnatoria.

    La destinazione della merce veniva mostrata nello spazio descrizione/note della fattura (le relative impostazioni sono state eliminate in quanto non più utili).

    Questa modifica introduce uno spazio dedicato per la visualizzazione della destinazione e migliora la gestione degli indirizzi di destinazione diversi dalla sede legale (che continua a dover esser inserita come primo indirizzo).

  • Link BIC/SWITF in scheda banche.

    Viene ora utilizzato il link al modulo di ricerca del sito ufficiale dello SWIFT. Il modulo permette di identificare il BIC partendo dal nominativo della banca.

187.0.0 - 2019-06-22

Il programma viene da ora sviluppato valendosi del recente ambiente di sviluppo C++Builder Rio.

L'adozione di questa nuova piattaforma ha un impatto sull'utente limitato: l'operatività del programma è invariata, solo l'aggiornamento richiede una procedura particolare (consultare la sezione Aggiornamenti speciali).

È sotto il cofano che è avvenuta una vera e propria rivoluzione: nuove librerie, supporto per recenti linguaggi di programmazione (C++17), disponibilità di strumenti per lo sviluppo e la verifica aggiuntivi...

Tutto questo garantisce la longevità di Facile, la massima compatibilità con l'attuale e le future versioni di Windows e una sempre maggiore qualità durante lo sviluppo.

Aggiunto

  • Possibilità di associare al cliente un vettore preferenziale.

    Il vettore viene automaticamente inserito in fase di emissione del documento di vendita.

  • Possibilità di associare ai clienti spese di spedizione / incasso personalizzate.

    Le spese possono essere inserite, all'occorrenza, nei documenti di vendita premendo il nuovo pulsante Spese.

Corretto

  • Errata imputazione dell'IVA "standard" per clienti esenti IVA.

    Il problema si manifestava dopo il primo inserimento di prodotto/servizio nel documento di vendita.

186.0.0 - 2019-04-30

Aggiunto

  • Nuovi comuni 2019.

    Elenco comuni: Riva del Po, Tresignana, Sorbolo Mezzani, Solbiate con Cagno, Piadena Drizzona, Torre de' Picenardi, Vermezzo con Zelo, Borgocarbonara, San Giorgio Bigarello, Colli Verdi, Cadrezzate con Osmate, Sassocorvaro Auditore, Lu e Cuccaro Monferrato, Quaregna Cerreto, Valdilana, Busca, Saluzzo, Santo Stefano Belbo, Gattico-Veruno, Val di Chy, Valchiusa, Valle Cannobina, Alagna Valsesia. Sono stati aggiornati CAP, coordinate, codice catastale e comuni / frazioni / località collegate.

  • Creazione rapida di listini personalizzati.

    Premesso per questioni di gestibilità e semplicità di aggiornamento è bene non ricorrere troppo frequentemente ai listini personalizzati, ci sono tuttavia situazioni in cui non si pu`o fare altrimenti. In questi casi è ora possibile generare rapidamente un listino personalizzato partendo da uno standard.

  • Possibilità di specificare un'IVA speciale (ed il relativo codice di esenzione) da associare ad un cliente.

    La funzionalità risulta molto comoda nel caso di commercio con l'estero: per i clienti esteri (extra UE) è sempre attiva un'esenzione ma non è semplice ricordare lo specifico codice.

  • Supporto per numero illimitato di indirizzi nella scheda cliente.

    È ora possibile utilizzare il tasto destro del mouse per aggiungere indirizzi supplementari (oltre ai quattro indirizzi preimpostati).

  • Possibilità di indicare il formato di un prodotto nella specifica scheda.

Cambiato

  • IMPORTANTE. Gestione personalizzata delle note di credito.

    PREMESSA

    • Il Sistema di Interscambio accetta note di credito elettroniche con importo sia negativo che positivo.
    • Le specifiche tecniche ufficiali, ad oggi, non riportano indicazioni in proposito.
    • L'analisi dei comportamenti dei principali software di contabilità ha rilevato, sotto questo aspetto, comportamenti discordanti.
    • Grandi aziende hanno adottato approcci differenti. Per esempio:
      • Amazon utilizza note di credito con soli importi positivi;
      • Enel con soli importi negativi.
    • Recentemente AssoSoftware si è espressa in questi termini (preferendo l'approccio con valori positivi ma definendo un meccanismo che rende equivalenti i due approcci):

    le Note di Credito sono documenti di variazione negativa di imponibili e imposte. Tale effetto è predeterminato dalla tipologia associata al documento (TD04). I valori degli importi a credito devono quindi obbligatoriamente essere riportati sempre positivi sia nelle righe che nel riepilogo per aliquota. Eventuali documenti TD04 che riportano valori a credito negativi dovranno essere elaborati ignorando il segno.

    • Compilando una nota di credito tramite il software disponibile sul sito AdE Fatture e Corrispettivi (SOGEI FEL v2.0.0) il totale viene riportato con valore negativo.

    COMPORTAMENTO DI FACILE

    Ad oggi Facile ha seguito la convenzione del software presente sul sito Fatture e Corrispettivi: note di credito con codice TD04 ed importo totale negativo.

    Considerando che la situazione non è ben definita e che l'AdE non si è ancora espressa in proposito, abbiamo introdotto la possibilità di configurare il comportamento del programma a proprio piacimento.

    Vi invitiamo a consultare il Vostro commercialista in merito a: - eventuali note di credito già emesse; - indicazioni su quale strada seguire in futuro.

    Dopo l'aggiornamento di Facile, se non diversamente specificato dall'utente, il gestionale, uniformandosi alle indicazioni di Assosoftware, emetterà note di credito con totale positivo.

  • Eliminata impostazione relativa all'IVA di default per prodotti/servizi.

    L'aliquota IVA standard viene specificata in un unico punto: nella scheda Impostazioni → Acquisti/Vendite sotto la voce Default Iva. La possibilità di specificare due diverse aliquote IVA, da utilizzare in differenti contesti, costituiva un'inutile complicazione e portava ad errori in caso di errata impostazione.

  • Il sito per verificare la correttezza formale di una fattura elettronica è stato cambiato.

    La modifica si è resa necessaria per la chiusura del servizio gratuito fornito da www.fatturapa.gov.it. Lo stesso strumento è stato spostato sul sito Fatture e corrispettivi dell'AdE (che richiede la preventiva autenticazione mediante opportune credenziali).

    L'inconveniente riguarda soprattutto coloro che utilizzano la PEC per l'invio delle fatture. Negli altri casi la piattaforma di conservazione/inoltro provvede autonomamente al preventivo controllo.


185.0.0 - 2019-02-26

Aggiunto

  • Possibilità di effettuare il teleaggiornamento del DB anche per le installazioni client/server (il server deve avere un sistema operativo Windows).
  • Supporto per imposta di bollo in fattura elettronica.

    È sufficiente specificare l'importo del bollo nella scheda SDI della schermata di fatturazione.

Cambiato

  • La stampa dei DDT è più flessibile: il modulo è ottimizzato per i DDT (in precedenza era condiviso con le fatture) e permette di risparmiare spazio con l'eliminazione di voci inutili. La larghezza della colonna descrizione varia dinamicamente in base alla presenza/assenza della altre colonne.

184.0.1 - 2019-02-21

Corretto

  • Errore nella visualizzazione delle anteprime dei DDT.

184.0.0 - 2019-02-20

Aggiunto

  • Supporto per fatturazione elettronica a carico di clienti esteri.

    Il codice destinatario da utilizzare per i clienti esteri è XXXXXXX. Per clienti all'interno della Comunità Europea è necessario compilare la voce Fiscal Code dell'anagrafica inserendo il VAT della nazione di appartenenza. Per clienti extra-comunitari non è, al momento, necessario inserire un identificativo fiscale. Ulteriori dettagli nel paragrafo sulla fatturazione elettronica.

  • Possibilità di includere la voce RiferimentoAmministrazione nelle fatture elettroniche.

    Se il cliente TIZIO ha necessità di identificarci con il codice ABCD, questo codice va inserito nella scheda anagrafica del cliente sotto la voce Riferimento Amministrazione (visualizzata se è attiva la fatturazione elettronica).

  • La stampa delle fatture soggette a scissione dei pagamenti risulta più dettagliata, completa e precisa (riportando riferimenti normativi, netto a pagare ed altre informazioni). La generazione delle fatture elettroniche vere e proprie non ha registrato cambiamenti legati alla scissione dei pagamenti.

  • Accesso alle funzionalità del programma completamente configurabile (in funzione del ruolo dell'utente).

    Si tratta di un'importante modifica che permette di utilizzare Facile anche in contesti nei quali l'aderenza alla normativa GDPR impone profili di accesso multipli.

    I profili previsti sono ARCHIVISTA, CONTABILE, FACTOTUM, MAGAZZINIERE, MANAGER, PROGETTISTA, TECNICO, VENDITORE. Il MANAGER può utilizzare tutte le funzionalità disponibili. Un gradino più in basso c'è il FACTOTUM a cui sono precluse poche funzionalità di carattere amministrativo/organizzativo. Gli altri ruoli sono preconfigurati in maniera tipica.

    Quando si ridefiniscono i profili d'uso del programma, bisogna considerare che è sempre opportuno restringere i profili d'uso anziché estenderli. Infatti alcuni vincoli, per ragioni di sicurezza, sono impostati a livello di database e non basta permettere l'accesso ad una specifica funzionalità del programma per garantire anche il diritto di scrivere/leggere il database.

    In questo senso il profilo FACTOTUM è un jolly che permette di gestire situazioni specifiche.

  • Migliorato il supporto per il database Firebird (aggiornata la libreria DBExpress alla versione 4.1.0).

  • Documentazione relativa alla scheda di inserimento delle banche.

Corretto

  • Mancata visualizzazione del sezionale per le ricevute fiscali.
  • Mancata apertura della scheada anagrafica della propria azienda in fase di registrazione del programma.

183.5.0 - 2019-02-02

Aggiunto

  • Possibilità di generare fatture elettroniche con allegato incorporato. L'allegato può essere un qualsiasi file (PDF, immagine, Word/Excel...).

    In accordo con la guida SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DELLA FATTURA ELETTRONICA VERSO LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ED I PRIVATI pubblicata dall'Agenzia delle Entrate, consigliamo di utilizzare questa funzionalità per

    integrare, previo accordo con il destinatario del documento, attraverso un file di formato qualsiasi, il contenuto informativo della fattura elettronica.

    Purtroppo alcuni fornitori richiedono di inserire, come allegato della fattura elettronica, la "copia" della stessa in formato PDF. Questa procedura genera un enorme spreco di spazio, una diminuzione di efficienza dell'intero processo e la possibilità di creare informazioni contraddittorie.

    In questo senso è utile ricordare che:

    se l'allegato contiene uno o più dati già presenti nel tracciato XML, i primi non possono essere in alcun modo sostitutivi, qualora diversi, dei secondi che restano quelli ufficialmente validi.

    Ulteriori dettagli qui

  • In fase di inserimento di una nuova azienda (Anagrafica Aziende) viene verificato (con eventuale messaggio di avvertimento) se:

    • per un'azienda con partita iva italiana non è stata attivata la fatturazione elettronica;
    • per un'azienda estera è stata attivata la fatturazione elettronica.

Corretto

  • L'apertura di documenti (fatture / DDT) di grandi dimensioni è ora estremamente più veloce.

183.4.0 - 2019-01-31

Aggiunto

  • Personalizzare della schermata principale del programma (dalla Finestra delle Impostazioni). Sono disponibili due barre, una superiore ed una inferiore, nelle quali l'utente può inserire dei pulsanti per richiamare rapidamente le azioni/finestre che preferisce (i pulsanti sono dimensionabili). L'interfaccia Ribbon è completamente disattivabile.

Corretto

  • Mancata stampa delle informazioni circa la ritenuta fiscale nelle fatture (solo per il formato mediazione).
  • Errori nella scelta/visualizzazione dei colori delle bande di raggruppamento delle voci di fatture / ricevute fiscali.
  • Utilizzo scorretto del carattere _ (underscore) per comporre la componente progressivo di invio del nome file della fattura elettronica.

183.3.0 - 2019-01-23

Aggiunto

  • Possibilità di aggiungere l'avvertenza Copia non valida ai fini fiscali nelle stampe di fatture elettroniche.
  • Pagina di documentazione per la scheda delle modalità di pagamento (con collegamento diretto dalla scheda).

Corretto

  • Possibili errori di conformità in fatture elettroniche con modalità di pagamento generica (rimessa diretta).

    Va osservato che le rate/scadenze nella fattura elettronica (FE) devono indicare obbligatoriamente una modalità di pagamento. Se questa non è disponibile (tipicamente nel caso di rimessa diretta), ci sono solo due alternative (per quanto riguarda il file XML): 1. omettere le informazioni sulle rate; 2. indicare una modalità di pagamento "arbitraria" (per esempio ASSEGNO).


183.2.0 - 2019-01-21

Aggiunto

  • Collegamento al blog di Facile per accesso rapido agli approfondimenti ed alle notizie sul nostro software.
  • Collegamento per la verifica (e l'estrazione) delle fatture elettroniche firmate digitalmente.

Cambiato

  • Per le fatture di vendita che prevedono una:

    1. modalità di pagamento immediata (scadenza 0gg, percentuale 100%) oppure
    2. tempistica di pagamento non definita (nessuna scadenza e/o percentuale impostata)

    non viene più segnalata una scadenza di pagamento nella fattura elettronica (XML). Anche nelle stampe non compare più alcuna scadenza (per i documenti di tipo 1 viene stampata la scritta Pagato vicino ai totali).

    Per entrambe le tipologie di pagamento sopra descritte, viene comunque generata una scadenza nello scadenzario. Per pagamenti di cui al punto:

    1. la scadenza, coincidente con la data di emissione del documento, viene marcata come pagata;
    2. la scadenza viene arbitrariamente impostata per il giorno successivo a quello di emissione del documento di vendita (ovviamente non pagata).

    Per tutte le altre modalità di pagamento viene generata, registrata e stampata una scadenza (far riferimento alla specifica pagina del manuale utente per ulteriori dettagli).

Corretto

  • Dimensioni caretteri del menù principale (in alcune situazioni risultavano troppo grandi).

183.1.0 - 2019-01-16

Aggiunto

  • Pulsante per la visualizzazione delle novità introdotte nel programma (presente sia in Facile che nel software di teleaggiornamento).
  • Possibilità di verificare / cercare rapidamente la PEC di un'azienda/professionista mediante il sito ufficiale https://www.inipec.gov.it/cerca-pec/. Dalla scheda dell'azienda, bisogna posizionarsi sulla riga "recapito PEC" e premere il pulsante "Controlla" (nel caso di indirizzo esistente questo viene copiato nella clipboard per velocizzare l'operazione di copia/incolla).

Corretto

  • Problema emissione fattura elettronica con esenzione iva personalizzata.
  • Serie predefinita erroneamente utilizzata anche nei documenti di acquisto.

183.0.0 - 2019-01-12

Aggiunto

  • Abbiamo adottato il Semantic Versioning. I numeri di versione, da ora, hanno formato MAJOR.MINOR.PATCH dove un cambiamento del numero:

    • MAJOR indica una situazione che coinvolge database e ne richiede l'aggiornamento (da un punto di vista tecnico si può definire come un'incompatibilità a livello API);
    • MINOR indica una nuova funzionalità introdotta in maniera retrocompatibile (nessun aggiornamento del database richiesto);
    • PATCH segnala correzioni di errori che non compromettono la compatibilità con il database.

    Il numero MAJOR corrisponde con quella che prima veniva indicata come versione del database.

  • Introdotta una scheda per la codifica / cancellazione di natura e riferimenti normativi da utilizzare nelle situazioni in cui si registrano operazioni iva esenti / non imponibile.

Cambiato

  • In caso di emissione di note di credito, la ritenuta fiscale viene riportata, nell'apposita sezione del file XML rappresentante la nota di credito, come valore negativo. In precedenza, nelle note di credito, non veniva riportata la ritenuta fiscale. La nuova impostazione è più flessibile (l'utente può comunque specificare di non riportare la ritenuta fiscale registrando l'operazione con ritenuta nulla) ma può presentare alcune criticità nelle tempistiche di emissione. In caso di dubbio chiedere al proprio commercialista.

Rimosso

  • Collegamento allo strumento di visualizzazione dei file XML presente sul https://fatturapa.gov.it/. Lo strumento è stato spostato sul sito Fatture e Corrispettivi dell'Agenzia delle Entrate (per il quale è stato aggiunto un collegamento) ma non è altrettanto comodo da usera (il sito richiede l'autenticazione).

Corretto

  • Vari problemi con le lettere accentate nelle fatture elettroniche

Updated