Commits

gpiancastelli  committed 7f827b7

Final editing for appendixes.

  • Participants
  • Parent commits 1856c2f

Comments (0)

Files changed (2)

File it/appA-svn.xml

 rename da/qualche/percorso a/qualche/altra/posizione
 </programlisting>
 
-      <para id="x_6f6">La direttiva <literal>include</literal> provoca l'inclusione di un file, o di tutti i file contenuti in una directory, nel repository destinazione. Questa direttiva provoca anche l'esclusione di tutti gli altri file o directory che non sono stati esplicitamente inclusi. La direttiva <literal>exclude</literal> provoca l'esclusione dei file e delle directory indicate e di tutti quegli altri percorsi che non sono stati esplicitamente menzionati per essere inclusi.</para>
+      <para id="x_6f6">La direttiva <literal>include</literal> provoca l'inclusione di un file, o di tutti i file contenuti in una directory, nel repository destinazione. Questa direttiva provoca anche l'esclusione di tutti gli altri file o directory che non sono state esplicitamente incluse. La direttiva <literal>exclude</literal> provoca l'esclusione dei file e delle directory indicate e di tutti quegli altri percorsi che non sono stati esplicitamente menzionati per essere inclusi.</para>
 
       <para id="x_6f7">Per spostare un file o una directory da una posizione a un'altra, usate la direttiva <literal>rename</literal>. Se dovete spostare un file o una directory da una sottodirectory alla radice del repository, usate <literal>.</literal> come secondo argomento della direttiva <literal>rename</literal>.</para>
     </sect2>
 
 	<para id="x_702">Con Mercurial, i commit sono sempre locali e devono essere pubblicati successivamente tramite il comando <command>hg push</command>.</para>
 
-	<para id="x_703">Ogni approccio ha i propri vantaggi e svantaggi. Il modello di Subversion prevede che i cambiamenti siano pubblicati, e quindi revisionabili e utilizzabili, immediatamente. D'altra parte, questo significa che un utente deve avere accesso in scrittura a un repository per utilizzare normalmente lo strumento, ma la maggior parte dei progetti open source non concede alla leggera i permessi di scrittura.</para>
+	<para id="x_703">Ogni approccio ha i propri vantaggi e svantaggi. Il modello di Subversion prevede che i cambiamenti siano pubblicati, e quindi revisionabili e utilizzabili, immediatamente. D'altra parte, questo significa che un utente deve avere accesso in scrittura a un repository per utilizzare normalmente lo strumento, ma la maggior parte dei progetti open source non concede i permessi di scrittura alla leggera.</para>
 
 	<para id="x_704">L'approccio di Mercurial consente a chiunque possa clonare un repository di inserirvi modifiche senza il bisogno del permesso di qualcun altro e di pubblicare i propri cambiamenti e continuare a partecipare nel modo che preferisce. A causa della distinzione tra le operazioni di inserimento e trasmissione dei cambiamenti, può capitare che qualcuno effettui il commit di alcune modifiche sul proprio computer e si allontani per qualche giorno dimenticandosi di trasmetterli, cosa che in rari casi potrebbe bloccare temporaneamente le attività dei collaboratori.</para>
       </sect3>

File it/appB-mq-ref.xml

 
       <para id="x_5fb">Opzioni:</para>
       <itemizedlist>
-	<listitem><para id="x_5fc"><option role="hg-ext-mq-cmd-qinit-opt">-c</option>: Crea <filename role="special" class="directory">.hg/patches</filename> sotto forma di repository. Crea anche un file <filename role="special">.hgignore</filename> che ignorerà il file <filename role="special">status</filename>.</para>
+	<listitem><para id="x_5fc"><option role="hg-ext-mq-cmd-qinit-opt">-c</option>: crea <filename role="special" class="directory">.hg/patches</filename> sotto forma di repository. Crea anche un file <filename role="special">.hgignore</filename> che ignorerà il file <filename role="special">status</filename>.</para>
 	</listitem>
       </itemizedlist>